Comune di Masi Torello

LOTTA ALLA PROCESSIONARIA DEL PINO

Pubblicata il 16/01/2018

Obbligatoria la rimozione dei nidi - SANZIONI per chi non adempie ( vedi l'Ordinanza)
Anche quest'anno si rilevano, su alberature di Pino e/o Cedri presenti in aree pubbliche e private del territorio ferrarese, infestazioni di Processionaria. Queste infestazioni, se non trattate nel modo opportuno, rappresentano un elevato rischio sanitario per l'uomo e gli animali domestici a causa della presenza di peli urticanti sulle larve che svernano nei nidi.

Durante il periodo invernale freddo (genericamente entro febbraio) occorre TAGLIARE E DISTRUGGERE I NIDI PRESENTI SULLA CHIOMA. Questi “nidi”, che sembrano grossi bozzoli cotonosi, al loro interno racchiudono centinaia di larve ricoperte da peli fortemente urticanti per l'uomo e animali domestici (causano reazioni allergiche e rischi per occhi e le prime vie respiratorie).
La loro presenza è rilevabile con maggiore frequenza nelle parti alte e soleggiate della chioma delle piante infestate.
E' necessario effettuare questa operazione solo durante i mesi freddi in quanto solo in questo periodo il rischio di entrare in contatto con le larve è molto basso. Durante le operazioni di “ raccolta dei nidi” occorre essere adeguatamente protetti con mascherina occhiali e guanti.
Nel caso in cui i nidi non vengano asportati, le larve a raggiungimento della maturità che avviene mediamente tra fine marzo e maggio, escono dai nidi e vagano per alcuni giorni nell'ambiente. In questo modo possono entrare in contatto con persone o animali e creare rischi sanitari.
In tutti questi casi, è indispensabile NON avvicinarsi alle larve (che tipicamente si muovono in processione”) ma occorre isolare l'area e attendere che che queste vadano ad interrarsi.

Se vuoi saperne di più visita la sezione dedicata sul sito della Regione Emilia Romagna.

 
 

Allegati

Nome Dimensione
Allegato Thaumatopoea pityocampa web 2.pdf 1.23 MB

Facebook Google+ Twitter